Crea sito
Preview

Download the flash player

PokerStars.it
Code: psp13419
PokerSnai
27 feb 2010

Uno degli elementi fondamentali per diventare un bravo giocatore nella variante sit-go di successo è saper affrontare il momento cruciale quando si entra nella temuta “zona bolla”, il momento in cui esce l’ultimo giocatore non pagato.

Nessuno vuole essere il giocatore in bolla  ed è per questo motivo che devi ottenere il massimo da ogni mano che giochi durante questo momento critico. Se sei capace di fare le mosse giuste da una buona posizione e controllare in maniera intellligente il tuo stack, allora ti ritroverai a premio senza nemmeno accorgertene.

Prendiamo il caso che sei corto con cinque o sei controbui. Il modo in cui giochi questa mano dipenderà meno dalle tue carte e più dalla tua posizione e dallo stack degli altri giocatori corti al tavolo. Facciamo l’esempio che sei di buio e gli altri giocatori al tavolo hanno tutti passato la loro mano. Se il giocatore di controbuio non ha uno stack molto più grande del tuo, è il momento di spingere le tue chips.

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
27 feb 2010

Sarà capitato a tutti di trovarsi al tavolo, che sia online o live, con un avversario particolarmente loose. Un avversario che a prescindere dalle carte che aveva sotto faceva dei rilanci forti in modo da rubare i bui o addirittura di fare squeeze con più di un giocatore in call.

Bene, personalmente questa è una delle situazioni più insopportabili ad un tavolo e credo che un pò a tutti dia fastidio dare le proprie chips ad un soggetto del genere; allora come giocare contro un avversario di questo tipo?

Innanzitutto pazientare più di qualche mano, per rendersi davvero conto se l’avversario che gioca al tavolo è un maniac o semplicemente uno che sta avendo un rush molto lungo di mani ottime. Una volta attestato che si tratta di un maniac dobbiamo stare molto attenti, prepararci a regalargli i nostri bui nel caso le carte siano marginale e con carte medio basse non provare nemmeno a chiamare.

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
27 feb 2010

Uno dei concetti fondamentali nel poker (non solo nel Texas Hold’em) e con i quali un giocatore prima o poi è costretto a misurarsi se non vuole finire in rovina, è quello delle “Odds“. Queste si possono dividere, a seconda dei casi, in Pot odds o Card odds.

Questi calcoli vengono eseguiti spesso mentalmente e istintivamente, senza saperlo, quando decidiamo se effettuare un call o foldare una mano. Ma questa decisione non può e non deve essere presa casualmente, non possiamo decidere se passare, vedere o rilanciare una puntata con delle sensazioni, il tutto deve basarsi su un calcolo per diminuire la possibilità d’errore. Per questo esistono dei metodi ben precisi per definire quando è conveniente fare una chiamata, un rilancio o se è meglio lasciar perdere.

Poniamo il caso di giocare in un piatto in cui ci siano 100€  e un avversario punti 10€, ci saranno dunque 110€ nel piatto e per continuare a giocare per noi sarà necessario puntare altri 10€. Le Pot Odds si calcolano mettendo in relazione il piatto con la puntata, che in questo caso sarà, 110:10 o meglio 11:1 (diremo che la puntata sarà data 11 a 1)

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
27 feb 2010

Il poker diventa internazionale
La popolarità di cui gode oggi il poker conferma che è facile andare online, scaricare il software di gioco e iniziare a giocare online. Ma c’è di più: il gioco è diventato internazionale e così, quando ti metti a giocare a poker online, ti trovi letteralmente a interagire con persone di tutto il mondo. E per rendere il gioco ancora più gradevole, i software sono ormai disponibili anche nella nostra lingua.

L’antefatto e un po’ di storia
Nella sua versione più semplice il poker prevede un mazzo di carte, chip colorate e il perseguimento di una mano vincente costituita da cinque carte. Il poker è tuttavia un gioco in cui prevale la strategia, che prevede più giocatori e molte varianti diverse, di cui oggi le più popolari sono il Texas Hold’em e l’Omaha-style. I giocatori puntano, fanno check, vedono, rilanciano e passano. Le loro azioni sono poi rese più complicate dall’arte del bluff, finalizzata al tentativo di produrre la mano vincente. La mano migliore si aggiudica il piatto, sia nelle sale da poker dei casino sia quando si gioca al poker online.

La mano più alta è la scala reale massima, seguita dalla scala a colore, dal poker, dal full, dal colore, dallo straight (o pieno) e così via.

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
22 feb 2010

Il poker ha da sempre ispirato diversi scrittori nel creare opere letterarie sull’argomento introducendo avvolte spavaldi giovani temerari e in altre mitiche leggende dei tavoli verdi.

Tra le opere più rilevanti a noi note troviamo…

Furia di vincere di Bernard Lenteric (1982)

Una monografia di un notevole scrittore francese deceduto solo lo scorso anno (tra circa un mese ricorrerà l’anniversario della sua morte), all’età di 65 anni. L’autore ripercorre la necessità del personaggio a ricercare con assiduità la possibilità di trovare l’el dorado al termine delle partite di poker, cosa che non avviene mai ma che anzi lo porta con frenesia ad un continuo coinvolgimento in situazioni poco piacevoli tanto da giocarsi l’intera vita a poker.

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
16 feb 2010

Introduzione

Quando giochi on-line è possibile giocare su più tavoli. Puoi giocare in più siti e molti di loro ti consentono di giocare su numerosi tavoli simultaneamente. A volte, giocare su più siti pone un problema perché i diversi software potrebbero interferire uno con l’altro. Dovrai vedere quali siti funzionano meglio per te.
Il modo in cui giochi su più tavoli può variare. Per esempio, puoi andare avanti e indietro tra i tavoli, puoi fare in modo che il software ti dica quando è il tuo turno di giocare o puoi regolare le dimensioni dello schermo in modo da poter vedere tutti i tavoli contemporaneamente. Di nuovo, cerca diverse opzioni di gioco e decidi quale funziona meglio per te.
Proverai maggiori variazioni nel breve termine quando giochi su più tavoli. A volte perderai su tutti i tavoli e, a volte, vincerai. Devi prepararti a gestire queste oscillazioni. Tuttavia, poiché puoi giocare più di una mano insieme, le tue variazioni nel lungo termine dovrebbero essere inferiori.
Gioca su più tavoli solo se sei già un giocatore vincente, altrimenti aumenterai la tua quota oraria di perdite.

Leggi tutto…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
14 feb 2010

Uno dei tricks, a parer mio, più belli da imparare! :-P

Il knuckle roll è l’arte di far roteare una chip tra le dita della mano, capovolgendola di volta in volta, in modo continuo… Ci sono molte varianti di questo tricks, alcune che impegnano l’uso di tutte e due le mani, ma cominciamo dalle basi… Giusto noo?! :-D Vediamo Dan…

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
14 feb 2010

Questo è un bellissimo tricks da fare con le chips, crea un’effetto visivo di sicuro impatto che lascierà sicuramente stupefatti i vostri compagni di tavolo! :-D

In pratica utilizzando le capacità imparate nei tutorial del twirl ed il roll & rest, estraiamo due chips portandole subito sotto al gruppo di chips ed utilizzando il dito medio ne facciamo scorre due all’esterno della mano creando un ventaglio di chips. Come sempre Dan ci spiegherà le fasi molto meglio di come ho fatto io ;-) vediamolo!

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
14 feb 2010

Un’altra variante del chip twirl: creando delle combinazioni tra il twirl e il roll & rest arriviamo alla parte finale del tricks dove con la chip estratta dal gruppo di quattro chips, spingiamo con quest’ultima verso l’alto un’altra chip facendola cadere dolcemente posteriarmente al gruppo… Vediamo! ;-)

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
14 feb 2010

Per questo tutorial ci occorrerà un’unica chip! :-D

Il chip spin è l’arte di lanciare una chip lontano da noi imprimendogli un effetto rotante tanto forte da consentirgli di tornare tra le nostre mani.

Quindi, bando alle ciancie e seguite il nostro Dan nella dimostrazione pratica. ;-)

del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon
Chips Tricks

Archivio

News dal mondo del Poker


PokerBet vi segnala:


Poker for you!



PokerBet per 4a.com


PokerBet per bwin


Tags

Copyright 2010 ©  PokerBet